Complesso Edilizio "il Castello", Sito Nel Comune Di Acireale (ct)

Tribunale di Messina

Proc. 1/1996, Lotto unico

Prezzo base: € 1.195.742,25 + Oneri

  Fine asta: 26 Settembre 2019, 12:00

CONDIZIONI

La vendita si svolgerà come a seguire:

1) Gara telematica: La vendita si svolgerà mediante gara telematica, ai sensi dell’art. 569, co. 4, c.p.c., dall’indicato sito del commissionario, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni stessi, come visti sui siti internet www.doauction.it, www.asteaanunci.it, www.canaleaste.it, www.asteavvisi.it, www.rivistaastegiudiziarie.it e sul sito www.tribunale.messina.it, o previa visita d’intesa con il curatore e/o il coadiutore, con l’avvertenza che eventuali differenze non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

2) Durata della gara: La gara avrà una durata di giorni dieci. 

3) Prezzo base: Il prezzo base per le offerte per ciascun bene o lotto è pari a quello indicatosopra come determinato da perizia di stima.

4) Esame dei beni in vendita: Ogni interessato potrà prendere direttamente visione dei beni in vendita, previo accordo con il curatore e/o il coadiutore, anche con la collaborazione del commissionario.

5) Offerta irrevocabile di acquisto e pagamento della caparra: Per partecipare alla vendita, occorre presentare per via telematica con le modalità indicate sul sito del commissionario una offerta irrevocabile di acquisto, accompagnata dal versamento – sempre per via telematica – di una caparra di importo pari al 10% del prezzo offerto. L’offerta perde efficacia quando è superata da successiva offerta per un prezzo maggiore effettuata con le stesse modalità; in caso di mancata aggiudicazione, la caparra verrà riaccreditata all’interessato. 

6) Svolgimento della gara e rilancio: durante la durata della gara telematica, ciascun interessato, al fine di superare la offerta precedente, deve proporre una offerta superiore almeno alla somma prima indicata, senza necessità di versare ulteriori caparre successive alla prima; 

7) Aggiudicazione e vendita: Il lotto verrà aggiudicato a favore di chi, al termine della gara, risulterà avere effettuato l’offerta maggiore.

8) Pagamento del saldo prezzo: Il pagamento del saldo dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario o assegno circolare o carta di credito sul conto corrente della procedura fallimentare comprese i diritti e le spese entro e non oltre centoventi giorni dall’aggiudicazione stessa, a pena di decadenza.

9) In caso di pagamento non integrale o di mancato pagamento, l’aggiudicatario decadrà dall’aggiudicazione, la caparra sarà acquisita e i beni saranno rimessi in vendita. 

10) Oneri accessori: gli oneri fiscali, le spese di voltura e trascrizione nonché di cancellazione delle formalità, iscrizioni o trascrizioni o pesi esistenti sono a carico dell’aggiudicatario. 

AVVERTE

che, qualora l’immobile sia afflitto da difformità edilizie o urbanistiche, il completamento dell’iter amministrativo di sanatoria edilizia e delle conseguenti pratiche potrà essere operato dall’aggiudicatario dell’immobile ai sensi delle vigenti disposizioni in materia.

COMUNICA

- Che gli interessati a formulare validamente l’offerta irrevocabile di acquisto dovranno procedere alla registrazione gratuita sul sito www.doauction.it, accettando espressamente le condizioni generali nonché le condizioni ed i termini prescritti nell’ordinanza di vendita e nel presente avviso.

- Che al momento della registrazione, a ciascun utente viene richiesto di scegliere un nome utente ed una password, allegando un valido documento di identità, che costituiranno le credenziali con cui potrà accedere al sito e partecipare alle singole aste.

- Che le offerte di acquisto dei lotti in asta, dovranno essere formulate dall’utente registrato ed abilitato, nell’ambito della scheda del lotto d’interesse, nei termini e secondo le modalità prescritti nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta di riferimento. Le offerte formulate saranno, in ogni caso, sottoposte alla preventiva verifica sulla corrispondenza delle stesse ai prezzi ed alle modalità di rilancio prescritte nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta di riferimento. Il gestore del portale si riserva, pertanto, la possibilità di annullare l’offerta inefficace, in quanto non conforme alle condizioni, alle modalità ed ai termini prescritti nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta d’interesse.

- Che se l’offerente è una persona giuridica dovrà registrarsi come tale indicando i dati societari richiesti.

- Il partecipante all’asta regolarmente registrato che intende agire in rappresentanza di terzi dovrà essere obbligatoriamente dotato di procura speciale notarile, riportante tutti i dati del rappresentante e del rappresentato nonché i riferimenti della procedura e del bene in vendita per il quale intende procedere. Detta procura dovrà essere recapitata presso la sede di Edicom Servizi S.r.l. – Via Marchese di Villabianca n. 21, 90143 Palermo, in orario di ufficio, oppure inviata a mezzo raccomandata A/R o via pec (commissionario.edicom@pec.it), già al momento dell’apertura dell’asta telematica e comunque prima del termine del singolo esperimento di vendita. Farà fede, ai fini della regolarità la data di consegna. 

- In caso di procura da parte di persona fisica la stessa dovrà essere corredata da copia fotostatica di Carta d’Identità in corso di validità e di Codice Fiscale sia del delegato che del delegante da allegare all’offerta.

- In caso di procura da parte di persona giuridica, la stessa dovrà essere corredata da copia fotostatica di Carta d’Identità in corso di validità e di Codice Fiscale sia del delegato che del delegante oltre ad originale o copia fotostatica di visura camerale in corso di validità della società delegante.

- Il delegato partecipante all’asta telematica è comunque responsabile in solido con il delegante per qualsivoglia inottemperanza procedurale.

- In ogni caso non saranno accettate partecipazioni con deleghe generiche “per persona da nominare”.

- Che se l’offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, in fase di registrazione dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge a cui andrà cointestato il bene; di contro se l'offerente coniugato in regime di comunione intende acquistare al di fuori di tale comunione, dovrà produrre, in seguito all’aggiudicazione e prima della redazione del decreto di trasferimento, idonea dichiarazione di esclusione dei beni dalla comunione, resa ai sensi dell’art. 179 c.c. 

- Che se l’offerente è coniugato in regime di separazione dei beni potrà acquistare un immobile all'asta in comunione, fornendo, in fase di registrazione, i corrispondenti dati del coniuge a cui andrà cointestato il bene. La rappresentanza potrà essere conferita mediante procura speciale notarile. L'acquisto sarà così soggetto alla disciplina della comunione ordinaria.

- Che terminata la gara verrà dichiarato aggiudicatario provvisorio colui che ha presentato la migliore offerta valida entro il termine di fine gara.

- Che all’esito della gara telematica il commissionario comunicherà sulla e-mail del curatore segreteria@parrinelloepartners.it la relazione finale di gara (contenente, in caso di offerte ricevute, le generalità dell’aggiudicatario provvisorio ed attestante l’avvenuta acquisizione delle somme previste a titolo di cauzione).

- Che, al fine di garantire la massima partecipazione ed assicurare il miglior realizzo alla procedura, in caso di pluralità di offerte e di rilanci effettuati nei tre minuti antecedenti all’orario di scadenza della gara telematica, sarà disposto il prolungamento della gara fra gli offerenti di ulteriori tre minuti fino all’esaurimento definitivo delle offerte.

- Che l’offerta validamente presentata perde efficacia quando è superata da successiva offerta per un prezzo maggiore effettuata con le stesse modalità; l’offerente la cui offerta ha perso efficacia può chiedere lo svincolo immediato della cauzione oppure mantenerla per un’eventuale successiva offerta migliorativa prima del termine della gara;

- Che le comunicazioni ai partecipanti alla gara e all’aggiudicatario provvisorio verranno effettuate dal commissionario a mezzo e-mail e/o PEC ed ai recapiti telefonici così come dagli utenti in fase di iscrizione al portale www.doauction.it;

- Che la restituzione della cauzione per gli offerenti non vincitori della gara avviene con le seguenti modalità: se la cauzione è stata versata a mezzo bonifico bancario o assegno circolare, il commissionario procederà alla sua restituzione con ordine di bonifico entro 48 ore dalla richiesta o, se non vi è richiesta dell’interessato, dal termine della gara.

- Che degli esiti della procedura, il commissionario trasmetterà apposita relazione alla curatela, affinché la stessa informi il Giudice Delegato anche depositando in cancelleria la relativa documentazione;

- Che il pagamento del saldo di aggiudicazione dovrà essere effettuato dal vincitore della gara entro e non oltre il termine di centoventi giorni dalla comunicazione all’aggiudicatario provvisorio, da parte della curatela, dell’avvenuto perfezionamento della vendita in via definiva; l’aggiudicazione potrà divenire definitiva soltanto qualora non venga ordinata, dal Giudice Delegato, la sospensione delle operazioni di vendita ex art. 108 comma 1 L.F.; in mancanza, la vendita e l’aggiudicazione si intenderà perfezionata una volta decorsi dieci giorni  dagli adempimenti di cui all’art. 107 comma 5 L.F.

Il saldo prezzo – come da ordinanza – dovrà essere versato direttamente alla curatela con le modalità indicate supra.

- Che in caso di mancato versamento del saldo prezzo nei termini indicati, l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e la procedura procederà a incamerare la cauzione a titolo di penale, detratti i compensi spettanti al commissionario.

- Che il Giudice Delegato, ricorrendo i presupposti previsti dal primo comma dell’art. 108 L.F., secondo le modalità indicate nella citata norma, può sospendere le operazioni di vendita o impedire il perfezionamento della stessa; in ogni caso qualora gli organi della procedura dovessero ritenere, per qualunque ragione, di non dover perfezionare la vendita in favore dell’aggiudicatario provvisorio, il commissionario, previa comunicazione scritta da parte del curatore, provvederà a restituire la cauzione versata all’aggiudicatario con le modalità sopra indicate.

- Che grava su ciascun interessato l’onere di prendere preventiva visione della perizia degli immobili costituenti il lotto in vendita e di tutta la documentazione inerente.

- Maggiori informazioni anche relative alle generalità del soggetto fallito potranno essere fornite contattando lo studio del sottoscritto curatore in Messina Via Lodi 283/b, tel 090-64.09.444 e-mail: segreteria@parrinelloepartners.it 

- E' possibile visionare gli immobili, tramite il curatore, previa richiesta telematica da formularsi tramite il format di contatto disponibile nella scheda dettagliata del bene immobile sul portale delle vendite pubbliche www.portalevenditepubbliche.giustizia.it.

- Che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, servitù attive e passive.

- Che i beni immobili sono posti in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima pubblicata sul sito www.doauction.it e sui siti autorizzati in ordinanza e sopra richiamati.

- Che la vendita è a corpo e non a misura e che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. 

- Che la vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità ai sensi dell’art. 2922 c.c.

- Che l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri urbanistici, ecologici e ambientali, eventuali adeguamenti alle normative vigenti in ambito di prevenzione e sicurezza – anche se occulti o non evidenziati nelle relazioni peritali – non potranno dar luogo ad alcuna indennità, risarcimento, riduzione del prezzo, i cui oneri e spese saranno a carico dell’aggiudicatario;

Che non verranno considerati come invalidanti la gara eventi, fortuiti o meno, che afferiscano esclusivamente agli apparecchi degli utenti, quali a mero titolo esemplificativo e non esaustivo: problemi di connessione alla rete internet, malfunzionamenti dell’hardware e del software del partecipante, ecc;

- Che gli organi della procedura si riservano, senza obbligo di motivazione, di sospendere od interrompere la vendita telematica previa autorizzazione del Giudice Delegato.

- Che il commissionario, anche prima del versamento del saldo del prezzo, su richiesta degli organi della procedura, potrà trasferire alla curatela le somme incamerate a titolo di cauzione al netto dei propri compensi di vendita;

- La proprietà dei beni viene trasferita all’aggiudicatario tramite decreto di trasferimento emesso dal Giudice Delegato a seguito del versamento integrale del prezzo e dell’importo dovuto per le tutte le spese di trasferimento (ivi compresi gli oneri di vendita del commissionario); in ogni caso con decreto ex art. 108, comma 2, L.F. sarà disposta dal Giudice Delegato la cancellazione delle formalità ipotecarie pregiudizievoli.

- Che relativamente ad ogni condizione di vendita non espressamente indicata nella presente ordinanza si rinvia al regolamento e alle condizioni generali indicate sul portalewww.doauction.it.

COMPENSI RICONOSCIUTI AL COMMISSIONARIO

Per l’attività di vendita non sono previste spese a carico della procedura (fatta eccezione per i servizi pubblicitari a pagamento di seguito indicati nel paragrafo Adempimenti pubblicitari). Edicom Servizi applicherà, solo in caso di asta aggiudicata o di successiva decadenza dell’aggiudicatario, una commissione in percentuale sul prezzo dei singoli beni venduti. Tale compenso sarà posto a carico dell’acquirente aggiudicatario e sarà versato direttamente alla Edicom Servizi Srl secondo il seguente schema:

BENI IMMOBILI: 

- Fino a Euro 50.000 percentuale del 2,6% oltre IVA sul valore di vendita del bene;

- Da Euro 50.001 a Euro 150.000 percentuale del 2,2% sul valore di vendita del bene;

- Da Euro 150.001 a Euro 300.000 percentuale del 1,9% sul valore di vendita del bene;

- Da Euro 300.001 a Euro 500.000 percentuale del 1,6% sul valore di vendita del bene;

- Da Euro 500.001 a Euro 1.000.000 percentuale del 1,2% sul valore di vendita del bene;

- Oltre Euro 1.000.000 percentuale del 0,8% sul valore di vendita del bene.

IN ORDINE AL PAGAMENTO DEL PREZZO E DEGLI ONERI ACCESSORI

Il saldo del prezzo comprensivo dei compensi di vendita del commissionario dovrà essere versato dall’aggiudicatario con le modalità sopra indicate entro e non oltre il termine di 120 giorni (salvo diversi termini concessi) dalla comunicazione all’aggiudicatario provvisorio, da parte della curatela, dell’avvenuto perfezionamento della vendita in via definiva;

In caso di mancato versamento del saldo prezzo, dei compensi spettanti al commissionario o delle spese di trasferimento, l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e sarà pronunciata la perdita delle somme già versate, a titolo di multa. Il commissionario, in questo caso, provvederà a trasferire le somme incamerate sul conto intestato alla procedura concorsuale (se non già fatto in precedenza) al netto dei propri onorari (calcolati sul valore di aggiudicazione della vendita):

Eventuali istanze motivate di proroga per il termine del versamento del saldo del prezzo, se pervenute direttamente al commissionario, saranno tempestivamente trasmesse alla curatela che potrà sottoporle agli organi della procedura ed in caso di accoglimento ne darà comunicazione al commissionario;

Ai fini dell’art. 1193 c.c., è stabilito che qualunque somma versata sarà imputata prima alle spese di trasferimento (ivi compresa la parte del compenso spettante al commissionario) e poi al residuo prezzo, a pena di decadenza dell’aggiudicatario quand’anche sia stato versato il saldo del prezzo;

Gli oneri fiscali (imposta di registro/iva, ipotecarie e catastali, bolli) e tutte le altre spese relative alla vendita (trascrizione in conservatoria del decreto di trasferimento, voltura catastale, bolli e altro, costi notarili, ecc.) sono interamente a carico dell’acquirente, e saranno versate direttamente dall’aggiudicatario definitivo alla curatela sul conto corrente intestato alla procedura, secondo le modalità ed entro il termine che verrà comunicato dal curatore direttamente all’aggiudicatario.

Solo all’esito degli adempimenti precedenti e del pagamento delle spese tutte, potrà procedersi all’emissione del decreto di trasferimento.

__ __ ___ __ __

- E' possibile visionare gli immobili, tramite il curatore, previa richiesta telematica da formularsi tramite il format di contatto disponibile nella scheda dettagliata del bene immobile sul portale delle vendite pubbliche www.portalevenditepubbliche.giustizia.it.

Il presente avviso verrà pubblicato almeno 45 giorni prima della data fissata per la vendita senza incanto, sul quotidiano Gazzetta del Sud e unitamente alla stima sui siti internet www.tribunale.messina.it. sul sito www.asteannunci.it www.asteavvisi.itwww.rivistaastegiudiziarie.it (certificato dal Ministero con P.D.G. 30/9/2009), sul sito www.tempostretto.it e pubblicato sul Portale delle vendite pubbliche del Ministero della Giustizia.

Nello stesso termine copia del presente avviso e dell’ordinanza di vendita verrà notificata ai creditori iscritti.

Messina, 10 luglio 2019  

Avv. Prof. Marcello Parrinello

Gara a tempo

scade il 26 Settembre 2019, 12:00

GIORNI

ORE

MINUTI

SECONDI

0

OFFERTE

€ 1.195.742,25

Prezzo base

Per partecipare alla gara è necessario
effettuare il login oppure registrarsi al sito


VISUALIZZA DETTAGLIO ONERI

- COMPENSI DI VENDITA: € 9.565,94 (0.8 % DEL PREZZO DI AGGIUDICAZIONE)

- IVA SU COMPENSI DI VENDITA: € 2.104,51 (22 % SUL TOTALE DEI COMPENSI DI VENDITA)

*SALVO ULTERIORI SPECIFICHE PRESENTI ALL'INTERNO DEL BANDO O NELLA DESCRIZIONE DEL BENE

Descrizione
  • Descrizione

    AVVISO DI VENDITA CON MODALITA’ TELEMATICA

    Il sottoscritto Avv. Prof. Marcello Parrinello, Curatore del Fallimento n. 1/1996 R.G.F. Tribunale di Messina, giusta ordinanza di vendita emessa dal Giudice Delegato Dott. Giuseppe Minutoli del 23/04/2019

     

    AVVISA

    che dalle ore 12.00 del giorno 16.09.2019 alle ore 12:00 del 26.09.2019 avrà luogo la vendita senza incanto con modalità telematica accessibile dal sito www.doauction.it del bene in lotto unico di seguito specificato.

    Lotto di vendita

    - Lotto Unico: Complesso edilizio “Il Castello”, sito nel Comune di Acireale (CT) via Loreto Balatelle n. 244, su un’area allibrata in catasto ab origine al foglio 49 costituita da part. 24, are 3.00; part. 211, are 16.80; part. 212, ca. 88; part. 213, ca. 47; part. 214, ca5; part. 215, ca. 35; part. 306, are 58.40; part. 433, are 15.90; part. 599, are 4.0; part. 600, are 9.14, costituito da:

    a) N. 9 corpi di fabbrica di tipologia A (denominati A1 – A9), per la realizzazione di n. 27 u.i. oltre semicantinati (garage/cantine);

    b) N. 4 corpi di fabbrica di tipologia B, (denominati B1 – B4), per la realizzazione di n. 8 villette unifamiliari oltre semicantinati (garage/cantine): ogni corpo di fabbrica comprende n. 2 villette;

    c) N. 6 corpi di fabbrica di tipologia C, (denominati C1 – C6), per la realizzazione di n. 10 villette unifamiliari oltre semicantinati (garage/cantine): ogni corpo di fabbrica comprende n. 2 villette ad eccezione dei corpi C3 e C4 posti all’estremità della schiera.

    d) N. 2 corpi di fabbrica di tipologia D, destinati a portico (denominati D1 e D2) 

    Prezzo base d'asta Euro euro 1.195.742,25# 

    Rilancio minimo in aumento (in caso di gara ex art. 573 c.p.c.) Euro 30.000,00#

    II prezzo offerto potrà essere inferiore al prezzo base fino ad 1/4 (è quindi valida la offerta che indichi un prezzo pari al 75% del prezzo base): offerta minima Euro 896.806,69#

    Ulteriori dettagli sono disponibili nella relazione di stima a cui si rimanda reperibile sul sito internet www.tribunale.messina.it www.asteannunci.it www.asteavvisi.it www.rivistaastegiudiziarie.it e sul sito https://pvp.giustizia.it/pvp/

    CONDIZIONI

    La vendita si svolgerà come a seguire:

    1) Gara telematica: La vendita si svolgerà mediante gara telematica, ai sensi dell’art. 569, co. 4, c.p.c., dall’indicato sito del commissionario, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni stessi, come visti sui siti internet www.doauction.it, www.asteaanunci.it, www.canaleaste.it, www.asteavvisi.it, www.rivistaastegiudiziarie.it e sul sito www.tribunale.messina.it, o previa visita d’intesa con il curatore e/o il coadiutore, con l’avvertenza che eventuali differenze non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

    2) Durata della gara: La gara avrà una durata di giorni dieci. 

    3) Prezzo base: Il prezzo base per le offerte per ciascun bene o lotto è pari a quello indicato sopra come determinato da perizia di stima.

    4) Esame dei beni in vendita: Ogni interessato potrà prendere direttamente visione dei beni in vendita, previo accordo con il curatore e/o il coadiutore, anche con la collaborazione del commissionario.

    5) Offerta irrevocabile di acquisto e pagamento della caparra: Per partecipare alla vendita, occorre presentare per via telematica con le modalità indicate sul sito del commissionario una offerta irrevocabile di acquisto, accompagnata dal versamento – sempre per via telematica – di una caparra di importo pari al 10% del prezzo offerto. L’offerta perde efficacia quando è superata da successiva offerta per un prezzo maggiore effettuata con le stesse modalità; in caso di mancata aggiudicazione, la caparra verrà riaccreditata all’interessato. 

    6) Svolgimento della gara e rilancio: durante la durata della gara telematica, ciascun interessato, al fine di superare la offerta precedente, deve proporre una offerta superiore almeno alla somma prima indicata, senza necessità di versare ulteriori caparre successive alla prima; 

    7) Aggiudicazione e vendita: Il lotto verrà aggiudicato a favore di chi, al termine della gara, risulterà avere effettuato l’offerta maggiore.

    8) Pagamento del saldo prezzo: Il pagamento del saldo dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario o assegno circolare o carta di credito sul conto corrente della procedura fallimentare comprese i diritti e le spese entro e non oltre centoventi giorni dall’aggiudicazione stessa, a pena di decadenza.

    9) In caso di pagamento non integrale o di mancato pagamento, l’aggiudicatario decadrà dall’aggiudicazione, la caparra sarà acquisita e i beni saranno rimessi in vendita. 

    10) Oneri accessori: gli oneri fiscali, le spese di voltura e trascrizione nonché di cancellazione delle formalità, iscrizioni o trascrizioni o pesi esistenti sono a carico dell’aggiudicatario. 

     

    AVVERTE

    che, qualora l’immobile sia afflitto da difformità edilizie o urbanistiche, il completamento dell’iter amministrativo di sanatoria edilizia e delle conseguenti pratiche potrà essere operato dall’aggiudicatario dell’immobile ai sensi delle vigenti disposizioni in materia.

     

    COMUNICA

    - Che gli interessati a formulare validamente l’offerta irrevocabile di acquisto dovranno procedere alla registrazione gratuita sul sito www.doauction.it, accettando espressamente le condizioni generali nonché le condizioni ed i termini prescritti nell’ordinanza di vendita e nel presente avviso.

    - Che al momento della registrazione, a ciascun utente viene richiesto di scegliere un nome utente ed una password, allegando un valido documento di identità, che costituiranno le credenziali con cui potrà accedere al sito e partecipare alle singole aste.

    - Che le offerte di acquisto dei lotti in asta, dovranno essere formulate dall’utente registrato ed abilitato, nell’ambito della scheda del lotto d’interesse, nei termini e secondo le modalità prescritti nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta di riferimento. Le offerte formulate saranno, in ogni caso, sottoposte alla preventiva verifica sulla corrispondenza delle stesse ai prezzi ed alle modalità di rilancio prescritte nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta di riferimento. Il gestore del portale si riserva, pertanto, la possibilità di annullare l’offerta inefficace, in quanto non conforme alle condizioni, alle modalità ed ai termini prescritti nell’ordinanza e/o nel bando di vendita dell’asta d’interesse.

    - Che se l’offerente è una persona giuridica dovrà registrarsi come tale indicando i dati societari richiesti.

    - Il partecipante all’asta regolarmente registrato che intende agire in rappresentanza di terzi dovrà essere obbligatoriamente dotato di procura speciale notarile, riportante tutti i dati del rappresentante e del rappresentato nonché i riferimenti della procedura e del bene in vendita per il quale intende procedere. Detta procura dovrà essere recapitata presso la sede di Edicom Servizi S.r.l. – Via Marchese di Villabianca n. 21, 90143 Palermo, in orario di ufficio, oppure inviata a mezzo raccomandata A/R o via pec (commissionario.edicom@pec.it), già al momento dell’apertura dell’asta telematica e comunque prima del termine del singolo esperimento di vendita. Farà fede, ai fini della regolarità la data di consegna. 

    - In caso di procura da parte di persona fisica la stessa dovrà essere corredata da copia fotostatica di Carta d’Identità in corso di validità e di Codice Fiscale sia del delegato che del delegante da allegare all’offerta.

    - In caso di procura da parte di persona giuridica, la stessa dovrà essere corredata da copia fotostatica di Carta d’Identità in corso di validità e di Codice Fiscale sia del delegato che del delegante oltre ad originale o copia fotostatica di visura camerale in corso di validità della società delegante.

    - Il delegato partecipante all’asta telematica è comunque responsabile in solido con il delegante per qualsivoglia inottemperanza procedurale.

    - In ogni caso non saranno accettate partecipazioni con deleghe generiche “per persona da nominare”.

    - Che se l’offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, in fase di registrazione dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge a cui andrà cointestato il bene; di contro se l'offerente coniugato in regime di comunione intende acquistare al di fuori di tale comunione, dovrà produrre, in seguito all’aggiudicazione e prima della redazione del decreto di trasferimento, idonea dichiarazione di esclusione dei beni dalla comunione, resa ai sensi dell’art. 179 c.c. 

    - Che se l’offerente è coniugato in regime di separazione dei beni potrà acquistare un immobile all'asta in comunione, fornendo, in fase di registrazione, i corrispondenti dati del coniuge a cui andrà cointestato il bene. La rappresentanza potrà essere conferita mediante procura speciale notarile. L'acquisto sarà così soggetto alla disciplina della comunione ordinaria.

    - Che terminata la gara verrà dichiarato aggiudicatario provvisorio colui che ha presentato la migliore offerta valida entro il termine di fine gara.

    - Che all’esito della gara telematica il commissionario comunicherà sulla e-mail del curatore segreteria@parrinelloepartners.it la relazione finale di gara (contenente, in caso di offerte ricevute, le generalità dell’aggiudicatario provvisorio ed attestante l’avvenuta acquisizione delle somme previste a titolo di cauzione).

    - Che, al fine di garantire la massima partecipazione ed assicurare il miglior realizzo alla procedura, in caso di pluralità di offerte e di rilanci effettuati nei tre minuti antecedenti all’orario di scadenza della gara telematica, sarà disposto il prolungamento della gara fra gli offerenti di ulteriori tre minuti fino all’esaurimento definitivo delle offerte.

    - Che l’offerta validamente presentata perde efficacia quando è superata da successiva offerta per un prezzo maggiore effettuata con le stesse modalità; l’offerente la cui offerta ha perso efficacia può chiedere lo svincolo immediato della cauzione oppure mantenerla per un’eventuale successiva offerta migliorativa prima del termine della gara;

    - Che le comunicazioni ai partecipanti alla gara e all’aggiudicatario provvisorio verranno effettuate dal commissionario a mezzo e-mail e/o PEC ed ai recapiti telefonici così come dagli utenti in fase di iscrizione al portale www.doauction.it;

    - Che la restituzione della cauzione per gli offerenti non vincitori della gara avviene con le seguenti modalità: se la cauzione è stata versata a mezzo bonifico bancario o assegno circolare, il commissionario procederà alla sua restituzione con ordine di bonifico entro 48 ore dalla richiesta o, se non vi è richiesta dell’interessato, dal termine della gara.

    - Che degli esiti della procedura, il commissionario trasmetterà apposita relazione alla curatela, affinché la stessa informi il Giudice Delegato anche depositando in cancelleria la relativa documentazione;

    - Che il pagamento del saldo di aggiudicazione dovrà essere effettuato dal vincitore della gara entro e non oltre il termine di centoventi giorni dalla comunicazione all’aggiudicatario provvisorio, da parte della curatela, dell’avvenuto perfezionamento della vendita in via definiva; l’aggiudicazione potrà divenire definitiva soltanto qualora non venga ordinata, dal Giudice Delegato, la sospensione delle operazioni di vendita ex art. 108 comma 1 L.F.; in mancanza, la vendita e l’aggiudicazione si intenderà perfezionata una volta decorsi dieci giorni  dagli adempimenti di cui all’art. 107 comma 5 L.F.

    Il saldo prezzo – come da ordinanza – dovrà essere versato direttamente alla curatela con le modalità indicate supra.

    - Che in caso di mancato versamento del saldo prezzo nei termini indicati, l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e la procedura procederà a incamerare la cauzione a titolo di penale, detratti i compensi spettanti al commissionario.

    - Che il Giudice Delegato, ricorrendo i presupposti previsti dal primo comma dell’art. 108 L.F., secondo le modalità indicate nella citata norma, può sospendere le operazioni di vendita o impedire il perfezionamento della stessa; in ogni caso qualora gli organi della procedura dovessero ritenere, per qualunque ragione, di non dover perfezionare la vendita in favore dell’aggiudicatario provvisorio, il commissionario, previa comunicazione scritta da parte del curatore, provvederà a restituire la cauzione versata all’aggiudicatario con le modalità sopra indicate.

    - Che grava su ciascun interessato l’onere di prendere preventiva visione della perizia degli immobili costituenti il lotto in vendita e di tutta la documentazione inerente.

    - Maggiori informazioni anche relative alle generalità del soggetto fallito potranno essere fornite contattando lo studio del sottoscritto curatore in Messina Via Lodi 283/b, tel 090-64.09.444 e-mail: segreteria@parrinelloepartners.it 

    - E' possibile visionare gli immobili, tramite il curatore, previa richiesta telematica da formularsi tramite il format di contatto disponibile nella scheda dettagliata del bene immobile sul portale delle vendite pubbliche www.portalevenditepubbliche.giustizia.it.

    - Che la vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, servitù attive e passive.

    - Che i beni immobili sono posti in vendita nella consistenza indicata nella perizia di stima pubblicata sul sito www.doauction.it e sui siti autorizzati in ordinanza e sopra richiamati.

    - Che la vendita è a corpo e non a misura e che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. 

    - Che la vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità ai sensi dell’art. 2922 c.c.

    - Che l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri urbanistici, ecologici e ambientali, eventuali adeguamenti alle normative vigenti in ambito di prevenzione e sicurezza – anche se occulti o non evidenziati nelle relazioni peritali – non potranno dar luogo ad alcuna indennità, risarcimento, riduzione del prezzo, i cui oneri e spese saranno a carico dell’aggiudicatario;

    - Che non verranno considerati come invalidanti la gara eventi, fortuiti o meno, che afferiscano esclusivamente agli apparecchi degli utenti, quali a mero titolo esemplificativo e non esaustivo: problemi di connessione alla rete internet, malfunzionamenti dell’hardware e del software del partecipante, ecc;

    - Che gli organi della procedura si riservano, senza obbligo di motivazione, di sospendere od interrompere la vendita telematica previa autorizzazione del Giudice Delegato.

    - Che il commissionario, anche prima del versamento del saldo del prezzo, su richiesta degli organi della procedura, potrà trasferire alla curatela le somme incamerate a titolo di cauzione al netto dei propri compensi di vendita;

    - La proprietà dei beni viene trasferita all’aggiudicatario tramite decreto di trasferimento emesso dal Giudice Delegato a seguito del versamento integrale del prezzo e dell’importo dovuto per le tutte le spese di trasferimento (ivi compresi gli oneri di vendita del commissionario); in ogni caso con decreto ex art. 108, comma 2, L.F. sarà disposta dal Giudice Delegato la cancellazione delle formalità ipotecarie pregiudizievoli.

    - Che relativamente ad ogni condizione di vendita non espressamente indicata nella presente ordinanza si rinvia al regolamento e alle condizioni generali indicate sul portale www.doauction.it.

     

    COMPENSI RICONOSCIUTI AL COMMISSIONARIO

    Per l’attività di vendita non sono previste spese a carico della procedura (fatta eccezione per i servizi pubblicitari a pagamento di seguito indicati nel paragrafo Adempimenti pubblicitari). Edicom Servizi applicherà, solo in caso di asta aggiudicata o di successiva decadenza dell’aggiudicatario, una commissione in percentuale sul prezzo dei singoli beni venduti. Tale compenso sarà posto a carico dell’acquirente aggiudicatario e sarà versato direttamente alla Edicom Servizi Srl secondo il seguente schema:

    BENI IMMOBILI: 

    - Fino a Euro 50.000 percentuale del 2,6% oltre IVA sul valore di vendita del bene;

    - Da Euro 50.001 a Euro 150.000 percentuale del 2,2% sul valore di vendita del bene;

    - Da Euro 150.001 a Euro 300.000 percentuale del 1,9% sul valore di vendita del bene;

    - Da Euro 300.001 a Euro 500.000 percentuale del 1,6% sul valore di vendita del bene;

    - Da Euro 500.001 a Euro 1.000.000 percentuale del 1,2% sul valore di vendita del bene;

    - Oltre Euro 1.000.000 percentuale del 0,8% sul valore di vendita del bene.

     

    IN ORDINE AL PAGAMENTO DEL PREZZO E DEGLI ONERI ACCESSORI

    - Il saldo del prezzo comprensivo dei compensi di vendita del commissionario dovrà essere versato dall’aggiudicatario con le modalità sopra indicate entro e non oltre il termine di 120 giorni (salvo diversi termini concessi) dalla comunicazione all’aggiudicatario provvisorio, da parte della curatela, dell’avvenuto perfezionamento della vendita in via definiva;

    - In caso di mancato versamento del saldo prezzo, dei compensi spettanti al commissionario o delle spese di trasferimento, l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e sarà pronunciata la perdita delle somme già versate, a titolo di multa. Il commissionario, in questo caso, provvederà a trasferire le somme incamerate sul conto intestato alla procedura concorsuale (se non già fatto in precedenza) al netto dei propri onorari (calcolati sul valore di aggiudicazione della vendita):

    - Eventuali istanze motivate di proroga per il termine del versamento del saldo del prezzo, se pervenute direttamente al commissionario, saranno tempestivamente trasmesse alla curatela che potrà sottoporle agli organi della procedura ed in caso di accoglimento ne darà comunicazione al commissionario;

    - Ai fini dell’art. 1193 c.c., è stabilito che qualunque somma versata sarà imputata prima alle spese di trasferimento (ivi compresa la parte del compenso spettante al commissionario) e poi al residuo prezzo, a pena di decadenza dell’aggiudicatario quand’anche sia stato versato il saldo del prezzo;

    - Gli oneri fiscali (imposta di registro/iva, ipotecarie e catastali, bolli) e tutte le altre spese relative alla vendita (trascrizione in conservatoria del decreto di trasferimento, voltura catastale, bolli e altro, costi notarili, ecc.) sono interamente a carico dell’acquirente, e saranno versate direttamente dall’aggiudicatario definitivo alla curatela sul conto corrente intestato alla procedura, secondo le modalità ed entro il termine che verrà comunicato dal curatore direttamente all’aggiudicatario.

    Solo all’esito degli adempimenti precedenti e del pagamento delle spese tutte, potrà procedersi all’emissione del decreto di trasferimento.

    __ __ ___ __ __

    - E' possibile visionare gli immobili, tramite il curatore, previa richiesta telematica da formularsi tramite il format di contatto disponibile nella scheda dettagliata del bene immobile sul portale delle vendite pubbliche www.portalevenditepubbliche.giustizia.it.

    Il presente avviso verrà pubblicato almeno 45 giorni prima della data fissata per la vendita senza incanto, sul quotidiano Gazzetta del Sud e unitamente alla stima sui siti internet www.tribunale.messina.it. sul sito www.asteannunci.it www.asteavvisi.it; www.rivistaastegiudiziarie.it (certificato dal Ministero con P.D.G. 30/9/2009), sul sito www.tempostretto.it e pubblicato sul Portale delle vendite pubbliche del Ministero della Giustizia.

    Nello stesso termine copia del presente avviso e dell’ordinanza di vendita verrà notificata ai creditori iscritti.

    Messina, 10 luglio 2019  

    Avv. Prof. Marcello Parrinello

    Leggi altro

  • Indirizzo
    Via Loreto Balatelle n. 244
  • Comune
    Acireale
    Provincia
    Catania
  • Tipologia:
    Fabbricato in corso di costruzione
    Superficie (m2):
    10.825
  • Disponibilità:
    Libero
    Informazioni
    Complesso edilizio "Il Castello" costituito da: Corpi di fabbrica di tipologia A; B; C; D;
  • Quota:
    Piena proprietà
    Regime Fiscale:
    Oneri previsti per legge
  • Classato:
    0
Informazioni sulla gara
  • Prezzo base:
    € 1.195.742,25
    Prezzo con oneri:
    € 1.195.742,25 + € 11.670,45
  • Offerta Minima:
    € 896.806,69 

    Off. Minima + Oneri:
    € 896.806,69 + € 8.752,83
  • Offerta attuale:
    Nessuna offerta
    Numero di offerte:
    0
  • Cauzione:
    10 % del prezzo offerto
    Prolungamento:
    3 minuti  

  • Codice asta:
    371778
    Etichetta:
    1-PF-F158-1-1996-UN-1
  • Stato dell'asta:
    Aperta
    Rilancio minimo:
    € 30.000,00
  • Scheda pubblicata il:
    19/07/2019 11:43
  • Inizio gara:
    16/09/2019 12:00
    Termine gara:
    26/09/2019 12:00
  • Accredito bonifico entro:
    26/09/2019 11:30
Dati sulla procedura
Cauzione

Il versamento della cauzione, che dovrà essere pari al 10% del prezzo offerto, si esegue esclusivamente tramite bonifico o assegno circolare non trasferibile sul conto corrente bancario facente capo al commissionarlo EDICOM SERVIZI S.r .l. (il cui IBAN IT06Z0306904623100000004900 sarà indicato nell'avviso di vendita), con la seguente causale: PROC. FALL. R.G. 1/1996 Messina.

 

Leggi altro

Saldo

IN ORDINE AL PAGAMENTO DEL PREZZO E DEGLI ONERI ACCESSORI

Il saldo del prezzo comprensivo dei compensi di vendita del commissionario dovrà essere versato dall’aggiudicatario con le modalità sopra indicate entro e non oltre il termine di 120 giorni (salvo diversi termini concessi) dalla comunicazione all’aggiudicatario provvisorio, da parte della curatela, dell’avvenuto perfezionamento della vendita in via definiva;

In caso di mancato versamento del saldo prezzo, dei compensi spettanti al commissionario o delle spese di trasferimento, l’aggiudicatario sarà dichiarato decaduto e sarà pronunciata la perdita delle somme già versate, a titolo di multa. Il commissionario, in questo caso, provvederà a trasferire le somme incamerate sul conto intestato alla procedura concorsuale (se non già fatto in precedenza) al netto dei propri onorari (calcolati sul valore di aggiudicazione della vendita):

Eventuali istanze motivate di proroga per il termine del versamento del saldo del prezzo, se pervenute direttamente al commissionario, saranno tempestivamente trasmesse alla curatela che potrà sottoporle agli organi della procedura ed in caso di accoglimento ne darà comunicazione al commissionario;

Ai fini dell’art. 1193 c.c., è stabilito che qualunque somma versata sarà imputata prima alle spese di trasferimento (ivi compresa la parte del compenso spettante al commissionario) e poi al residuo prezzo, a pena di decadenza dell’aggiudicatario quand’anche sia stato versato il saldo del prezzo;

Gli oneri fiscali (imposta di registro/iva, ipotecarie e catastali, bolli) e tutte le altre spese relative alla vendita (trascrizione in conservatoria del decreto di trasferimento, voltura catastale, bolli e altro, costi notarili, ecc.) sono interamente a carico dell’acquirente, e saranno versate direttamente dall’aggiudicatario definitivo alla curatela sul conto corrente intestato alla procedura, secondo le modalità ed entro il termine che verrà comunicato dal curatore direttamente all’aggiudicatario.

Solo all’esito degli adempimenti precedenti e del pagamento delle spese tutte, potrà procedersi all’emissione del decreto di trasferimento.

Leggi altro

Come visionare

4) Esame dei beni in vendita: Ogni interessato potrà prendere direttamente visione dei beni in vendita, previo accordo con il curatore e/o il coadiutore, anche con la collaborazione del commissionario.

FAQ sul lotto/articolo
Nessuna FAQ da riportare
Ulteriori informazioni